0 prodotto(i)
 x 

Il tuo carrello è vuoto!

Privacy Cookies e Sicurezza

PRIVACY COOKIES SICUREZZA

PRIVACY E COOKIES

Il GDPR in corso dal 25 Maggio 2018 stabilisce le attuali regole in vigore in fatto di PRIVACY. Il sito www.grupix.it opera nel pieno rispetto di tale GDPR e fa riferimento a quanto riportato nei due link qui di seguito e pubblicati nel sito di Sintcom srls quale proprietaria del sito stesso.

PRIVACY https://www.sintcom.it/gdpr-2018-privacy-cookies

COOKIES https://www.sintcom.it/cookies-gdpr-2018

SICUREZZA

Pre stabiliamo delle regole anche più restrittive delle norme prestabilite dalle Autorità. Gli annunci sono controllati, revisionati e inseriti secondo precise norme e metodi. Anche se un annuncio è stato pubblicato, continuiamo a fare controlli. Un annuncio già online che viene segnalato viene rimosso o sospeso. Se ciò non dovesse accadere non dipende dalla volontà esplicita dello staff di Grupix.it il quale non più essere responsabilizzato per fatti spiacevoli, truffe o altro.

COME EVITARE LE TRUFFE

(estratto dal sito della Polizia di Stato)

1.Leggi bene l’annuncio prima di rispondere. Se è troppo breve e fornisce poche informazioni, non esitare a chiederne altre al venditore. Un annuncio ben strutturato e scritto correttamente è generalmente più affidabile.

2. Informati sull'oggetto che vuoi acquistare. Ad esempio, se le foto ti sembrano troppo belle per essere vere, cerca l’immagine su Google Immagini. Questo sistema potrebbe permetterti di capire se le foto che vedi sono copiate e incollate da altri siti o se sono originali.

3. Se un oggetto costa poco, non sempre è un affare! Accertati che non ci sia troppa differenza tra i prezzi proposti e quelli di mercato.

4. Se puoi, scegli lo scambio a mano! Potrai incontrarti di persona e verificare che ciò che stai per acquistare corrisponda effettivamente alle caratteristiche descritte nell'annuncio. Questo ti darà anche la possibilità di rifiutare l’offerta e di segnalarci eventuali comportamenti scorretti.

5. Diffida da chi ti chiede di esser contattato al di fuori del sistema di Grupix.it per esempio su mail alternative o scritte in modi strani e da chi ha fretta di concludere l’affare proponendoti soluzioni non sicure.

6. Proteggi i tuoi dati personali e non fornirli mai se non sei certo al 100% del venditore. Data di nascita, coordinate bancarie, codice fiscale sono dati utili per i truffatori.

7. Ricorda che Grupix.it non ha alcuna società che si occupa di gestire e garantire le transazioni! Se il venditore ti chiede di pagare tramite Grupix.it o altra società, non ti fidare. Qualunque persona che fa riferimento a noi come intermediari non è in buona fede. Non esiste un conto a nome di Grupix.it su cui effettuare pagamenti e non esiste nessun metodo di spedizione garantito da Grupix.it se non altro che forme di collaborazione chiare e ben descritte.

8.Nel caso ti contattassero dall'estero, non fornire i tuoi dati personali (codice fiscale, copie di documenti, IBAN bancario o altro) e soprattutto non effettuare alcun pagamento, specialmente su conti non italiani.

9. Scegli i metodi di pagamento tracciabili perché sono i più sicuri! I bonifici bancari o per esempio servizi come Hype (Banca Sella) o PayPal, permettono generalmente alle Forze dell’Ordine di identificare la persona in caso di truffa. Se in possesso di un account PayPal e previa accettazione del Servizio di Pagamento Sicuro di Grupix.it, si potranno evitare grossi inconvenienti e spiacevoli situazioni. Evita sempre metodi di pagamento non tracciabili come carte ricaricabili, vaglia postali o metodi di trasferimento di denaro come Western Union e MoneyGram.

10. Presta attenzione a chi richiede il pagamento immediato di sanzioni. Alcuni truffatori, fingendosi “avvocati o delegati di Grupix.it”, Guardia di Finanza o Agenzia delle Entrate, effettuano telefonate ad utenti che hanno inserito un annuncio. Telefonate di questo genere non provengono da Grupix.it che mai richiede pagamenti di alcun genere sotto forma di multa o sanzione eccetera.

CREDI DI ESSERE STATO TRUFFATO?

Se pensi di essere stato truffato, puoi rivolgerti alla Polizia di Stato per sporgere denuncia sia online sia nell’ufficio più vicino. Queste sono le informazioni richieste a chi sporge una denuncia per truffa online:

– se la richiesta è relativa a uno specifico annuncio, ti richiederanno copia dell’annuncio incriminato in modo tale da risalire all’ID, ossia il codice numerico che compare nella URL (indirizzo del sito).

– se l’annuncio non è più online, porta con te copia delle e-mail anche se mascherate dal dominio @contatti.grupix.it o @messaggi.grupix.it, numero di telefono, titolo dell’annuncio e nome utilizzato dall’inserzionista. E’ anche utile fare delle stampe cartacee o digitali di tutte le conversazioni intercorse tra utente e sospetto truffatore.

PHISHING

Come riconoscerlo e difenderti?

Il phishing è un tentativo di rubare dati sensibili, come username, password e informazioni sulla carta di credito, fingendosi una qualsiasi entità legittima come banche, posta, servizi di pagamento, social network e siti di compravendita online. Diffida di qualsiasi messaggio che richieda i tuoi dati personali o sensibili, di messaggi che rimandino a una pagina web in cui vengono chieste informazioni personali.

Come riconoscere tentativi di Phishing?

1.Attenzione alla grammatica: Spesso i testi sono scritti in un italiano molto stentato, quasi composti con il traduttore automatico.

2.Stai alla larga da indirizzi fasulli: Presta sempre attenzione alle email che ti arrivano anche quando queste riportano il marchio di siti che conosci e nel dubbio verifica con il servizio di assistenza clienti del sito in questione.

3.Non cliccare mai su link sospetti e se passi il puntatore del mouse su qualsiasi link potrai visualizzare l’indirizzo a cui sarai rinviato.

4.Intestazioni come “Gentile Utente” o “Caro Utente” non provengono mai da un’entità legittima.

5.Non fornire mai i tuoi dati: In nessun caso ti verranno richiesti dati personali tramite email. Potrai inserirli solo tramite la tua “Area Riservata”.

MAIL SOSPETTE

Alcuni truffatori potrebbero inviare email in cui fingono di aver firmato un contratto con Grupix.it per il pagamento sicuro attraverso alcuni metodi, tali mail sono pericolose e non le invia Grupix.it! Fate attenzione e soprattutto non fornite mai dati personali o numeri di carte di credito tramite testi via email.

ANNUNCI SOSPETTI

Come riconoscerli?

1.Prima di tutto, analizza le tre componenti fondamentali di un annuncio, ossia prezzo, foto e descrizione:

2.Se il prezzo ti sembra troppo conveniente (fin troppo!), paragonalo con quello indicato in altri annunci simili. Se differisce di molto, c’è un’alta probabilità che si tratti di un annuncio fasullo.

3.Se le foto ti sembrano troppo belle per essere vere, ti sveliamo un trucchetto per capire se sono autentiche o meno: clicca sull’immagine con il tasto destro del mouse e seleziona l’opzione “Cerca l’immagine su Google”. Questo sistema ti permetterà di capire se le foto che vedi sono copiate e incollate da altri siti o se sono originali.

4.Se la descrizione è troppo breve e fornisce poche informazioni, non esitare a chiederne altre all’inserzionista.

METODO DI PAGAMENTO

Grupix.it consiglia in particolare di:

1.Utilizzare e richiedere metodi di pagamento sicuri e tracciati.

2.Controllare sempre le transazioni tramite la pagina ufficiale del tuo conto online.

3.Prediligere strumenti con tracciatura, per monitorare costantemente la posizione del tuo pacco.

4.Utlizzare il metodo di Pagamento Sicuro prestabilito da Grupix.it

Se stai acquistando e non puoi incontrare e pagare di persona l’inserzionista:

1.Evita sempre metodi di pagamento non tracciati come carte ricaricabili, vaglia postali o metodi di trasferimento di denaro.

2.Richiedi metodi di pagamento sicuri e tracciati come bonifici bancari o per esempio servizi come Hype (Banca Sella) o PayPal, affinché in caso di truffa sia eventualmente possibile identificare l’inserzionista. In caso di pagamento su Iban controllane sempre l’origine e prediligi quelli bancari riferiti a conti correnti italiani controllando magari la correttezza dei dati su siti tipo: iban calculator.

3.Proponi al venditore il contrassegno.

Se stai vendendo e non puoi incontrare di persona l’acquirente:

1.Richiedi un metodo di pagamento tracciato, per poter risultare più affidabile e per poter anche controllare l’effettivo accredito dei soldi sul tuo conto.

2.Anche se ricevi dall’acquirente una copia virtuale o una mail di conferma di avvenuto pagamento controlla sempre l’effettivo accredito sul tuo conto accedendo alla tua area riservata dal sito ufficiale della banca o del servizio di pagamento digitale. Inoltre ricorda che queste entità, all’atto di notifica di un pagamento, intestano sempre le loro mail alla persona interessata e non utilizzano mai forme come “gentile utente” o “caro cliente”.

3.Se vuoi approfondire, informati sul sito del tuo servizio di pagamento riguardo agli indirizzi corretti da cui puoi ricevere notifiche di accredito poiché’ ogni entità invia questo tipo di comunicazioni da un indirizzo ben preciso.

4.Evita di cliccare su qualsiasi link in quanto non vengono mai inviati da istituti bancari o servizi affini.

5.In alternativa, prendi accordi con l’acquirente per concludere l’affare con un contrassegno. In ogni caso, ricordati che è meglio non spedire nulla prima di aver visualizzato l’effettivo accredito sul tuo conto. Diffida quindi di chi ti chiede con insistenza di spedire senza aspettare l’accredito dei soldi.

TELEFONATE SOSPETTE

Alcuni truffatori, utilizzando il nome dell’Agenzia delle Entrate o fingendosi “avvocati o delegati di qualche Autorità” stanno mettendo in atto due diverse tipologie di raggiro:

1. telefonando o inviando email, ma anche con SMS messaggi su altri sistemi, richiedono la rimozione degli annunci, pena il pagamento di una sanzione amministrativa.

2. Telefonano comunicano che l’annuncio pubblicato “rappresenta un utilizzo improprio del marchio del bene nell’inserzione”…ragione per la quale è necessario pagare una multa di un importo molto elevato (€1000-5000). Successivamente il finto incaricato e “truffatore” segnala la possibilità di pagare una sanzione più lieve (€500) per evitare la multa e suggerisce di effettuare rapidamente un bonifico o un accredito su un metodo di pagamento non tracciabile.

Queste sono truffe e Grupix.it non autorizza nessuno a fare certe azioni illecite. Se doveste ricevere telefonate o messaggi sospetti contattare il nostro Staff di Grupix.it.

Quando noti una o più di queste cose, fermati e contatta lo staff di Grupix.it

Contattaci

  • Tel: +39 331-238-5454
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Indirizzo: Via Gaetano Salvemini 5, Jesi (An), 60035 Italy
  • Sedi: Tutti le nostre sedi e contatti

logo grupixfinal

Categorie Prodotti